L'immagine della vostra location è lo specchio del vostro successo
La siniergia dei nostri professionisti al vostro servizio
Ad ogni problema la giusta soluzione
Risolvere velocemente per non fermare il tuo business

Hotel, residence, showroom, negozi, uffici, strutture sanitarie, condomini gestire le tante piccole problematiche di manutenzione e pulizie che richiedono queste attività, può diventare un’impresa davvero ardua e dispendiosa, sia in termini di tempo che di denaro

 

E più grande è la tua rete, più è distribuita su ampi territori, tanto più la situazione peggiora….

 

Alla normale manutenzione programmata, si deve sempre tener conto degli innumerevoli imprevisti che possono minare la funzionalità della tua attività: Wc intasati, aria condizionata o riscaldamento che non funzionano, corto circuiti, serrande e porte bloccate, vetri e vetrine danneggiate, infiltrazioni d’acqua….. per non parlare della gestione delle pulizie con sostituzioni, richieste di servizi extra, cambi orario, lamentele…. Tutto si somma e diventa ingestibile.

 

Facility Division ti offre la possibilità di semplificare le cose

 

Ti forniremo la nostra app che potrai installare sui tuoi pc, smartphone, tablet, oppure potremo fornire gratuitamente ad ogni tua filiale, i nostri tablet già preimpostati. Tramite questa applicazione il tuo personale di reception, o il referente del negozio, o chiunque tu voglia, potrà accedere direttamente alla sezione manutenzioni o pulizie, selezionare la problematica riscontrata e inviarci una richiesta di intervento con la priorità d’urgenza scelta

 

La richiesta sarà da noi immediatamente elaborata e gestita.

 

Nella sezione storico, il personale preposto ai controlli o all’amministrazione, accedendo con una propria login, potrà visionare tutte le statistiche circa le richieste che inviate nel tempo, il loro stato di soluzione, i costi sostenuti, i preventivi in attesa di approvazione e altre utili informazioni con le quali avrete sotto costante controllo lavori e costi

 

Facility Division opera in tutta Italia con più di 200 collaboratori tra tecnici specializzati, geometri, architetti, ingegneri e facility manager

 

Contattaci senza impegno per ulteriori informazioni e per un preventivo personalizzato

 


 

Addetto al primo soccorso, il datore di

lavoro non è obbligato a nominarlo e formarlo se in azienda

è già presente personale infermieristico

La nomina dell’addetto al primo soccorso è sempre in carico al datore di lavoro (art. 18 dlgs 81/2008).

Il datore di lavoro, sentito il parere del medico competente e in base alle dimensioni e ai rischi, indica il numero adeguato di addetti al primo soccorso da  nominare.

 

 

Interpelli Enea sull’obbligo di nomina dell’addetto al primo soccorso

L’Enea ha avanzato un quesito alla Commissione interpelli circa l’obbligatorietà della nomina dell’addetto al primo soccorso e della

relativa informazione e   formazione a carico del datore di lavoro che:

"abbia mantenuto la camera di medicazione ai sensi dell’articolo 30 del dpr 303/1956 composta da un medico competente e da infermieri professionali,  questi ultimi in turno durante tutto l’orario di servizio"

 

Risposta della commissione interpelli sull’obbligo di nomina dell’addetto al primo soccorso

  Oltre al dlgs 81/2008, la normativa a cui fare riferimento è il dm 388/2003 che individua, in maniera differenziata per le aziende o unità produttive di gruppo A e di gruppo B e C:

  •   le caratteristiche minime delle attrezzature di primo soccorso
  •   i requisiti del personale addetto e della sua formazione
  •   i contenuti minimi della formazione teorico-pratica per l’attuazione di un primo intervento di soccorso interno ed esterno

Tale formazione è affidata al personale medico, che può avvalersi della collaborazione di personale infermieristico o di altro personale.

Qualora il datore di lavoro decida di avvalersi di personale infermieristico, in numero sufficiente ed adeguato e per tutta la durata dell’orario di servizio, non è obbligato alla designazione degli addetti al primo soccorso (art. 18 dlgs 81/2008).

Questo perché i requisiti formativi e professionali del suddetto personale sono superiori a quelli minimi previsti dal dm 388/2003.

Inoltre il datore di lavoro non è tenuto all’aggiornamento del personale infermieristico (art. 37 dlgs 81/2008) in quanto è già previsto l’obbligo di aggiornamento professionale ECM per il personale sanitario.

fonte BibLus-net